Fonte: Sito del Dipartimento della Protezione Civile – Presidenza del Consiglio dei Ministri

 

Decreto sulle Condizioni, termini e modalità finalizzate a consentire il riconoscimento dei rimborsi spettanti ai datori di lavoro dei volontari di protezione civile con le modalità del credito d’imposta

Il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 26 ottobre 2018, introduce una importante novità sulle modalità di rimborso ai datori di lavoro, che chiedono il riconoscimento delle somme versate per i propri dipendenti (trattamento economico e previdenziale), quando questi ultimi partecipano ad attività di protezione civile in qualità di volontari.

Come previsto dal comma 4 dell’art. 39 del decreto legislativo n. 1 del 2018 (codice di protezione civile) il datore di lavoro può chiedere infatti il rimborso dei compensi versati ai propri dipendenti attraverso il riconoscimento di un credito di imposta, in alternativa al versamento delle somme spettanti (Art. 1).

Il Dipartimento della Protezione Civile, ricevuta la richiesta di rimborso, procede con l’istruttoria e comunica al datore di lavoro l’importo che effettivamente gli spetta (Art. 2).

Nei casi in cui le organizzazioni di volontariato siano state attivate dalle Regioni sono queste ultime a ricevere la richiesta di rimborso e a procedere con le verifiche. Sarà cura delle Regioni quindi comunicare al datore di lavoro l’importo riconosciuto (Art. 3).

Il Dipartimento della protezione civile e le Regioni trasmettono all’Agenzia delle Entrate mensilmente e attraverso modalità telematiche, i dati sui crediti d’imposta riconosciuti nel mese precedente e i relativi beneficiari.
Il beneficiario può utilizzare il credito d’imposta riconosciuto in compensazione, utilizzando il modello F24 attraverso i servizi telematici resi disponibili dall’Agenzia delle Entrate, a partire dal giorno 10 del mese successivo al riconoscimento (Art. 4).

Per garantire la nuova modalità di rimborso, infine, il Dipartimento della protezione civile aggiorna la modulistica che il datore di lavoro deve compilare, con una specifica circolare (Art. 7).

 

 

Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 26 ottobre 2018

 

Modulo A – Richiesta rimborso datore di lavoro

 

Modulo B – Prospetto costi

 

 

VEDI ANCHE:

https://www.vincenzogalasso.eu/2019/01/25/circolare-del-capo-dipartimento-del-25-gennaio-2019/