Temperatura dell’aria superficiale per giugno 2022

 

Nel giugno 2022, le temperature sono state superiori alla media 1991-2020 in gran parte dell’Europa, con le parti meridionali del continente dalla penisola iberica attraverso la Francia e l’Italia più colpite. Le temperature massime giornaliere in Spagna , Francia e Italia hanno superato i 40°C e il caldo estremo ha esacerbato le condizioni di siccità in corso nel bacino del fiume Po . Numerosi record di temperatura di giugno sono stati battuti in Francia e Spagna , con Biarritz, in Francia, e San Sebastián, in Spagna, come due ottimi esempi. Questo caldo si è esteso anche in tutto il Nord Africa, dove la Tunisia ha eguagliato il suo record di temperatura mensile. Inoltre, a Banak nel nord della Norvegia è stata registrata una temperatura massima giornaliera di 32,5°C che, se confermata, rappresenterebbe un nuovo record di giugno per la contea in cui è situata. Nonostante questi eventi da record, la temperatura media mensile per l’Europa non è stata la più calda in assoluto mai registrata. Al contrario, si sono registrate temperature più basse della media nella Russia occidentale, nella Turchia centrale, nelle aree occidentali della penisola iberica e in Irlanda.

Temperature superiori alla media sono state riscontrate anche in tutta la Siberia e in gran parte dell’Asia, dove le ondate di caldo nella Cina centrale e settentrionale hanno portato a un aumento della domanda di elettricità. Temperature superiori a 35°C sono state registrate per cinque giorni di seguito a Tokyo, in Giappone , un record. In Nord America, le temperature elevate si sono verificate in Texas, con Houston che ha registrato il giugno più caldo mai registrato; Anche San Antonio ha sofferto questo caldo estremo. Anche il Medio Oriente ha registrato temperature superiori alla media. Le temperature erano inoltre molto più alte della media su gran parte dell’Antartide e sul mare di Weddell. Altre regioni con temperature superiori alla media includevano il Canada settentrionale, l’Africa centrale e l’Australia occidentale.

Giugno 2022 ha avuto temperature molto più fredde della media in Groenlandia, gran parte del Sud America e in particolare Argentina, Africa meridionale e in tutta l’Australia orientale. Le temperature erano al di sotto della media 1991-2020 anche in diverse altre regioni terrestri, tra cui l’Africa nord-occidentale e piccole sacche dell’Asia orientale.

Le temperature dell’aria vicino alla superficie erano miste su parti di tutti i principali bacini oceanici. Temperature superiori alla media si sono verificate soprattutto nel Pacifico nord-orientale e nell’Atlantico meridionale, mentre le temperature dell’aria marina al di sotto della media si trovavano nel Pacifico orientale tropicale e subtropicale meridionale, indicativo del persistere delle condizioni di La Niña . Temperature al di sotto della media sono state riscontrate anche nell’Oceano Indiano meridionale a sud del Madagascar e dell’Australia.

A livello globale, giugno 2022 è stato:

  • 0,31°C in più rispetto alla media 1991-2020 per giugno
  • il terzo giugno più caldo mai registrato
  • più di 0,05°C in meno rispetto ai giugno più caldi, che sono stati nel 2019 e nel 2020

Le anomalie della temperatura media europea sono generalmente maggiori e più variabili delle anomalie globali. La temperatura media europea per giugno 2022 era1,57°C sopra la media 1991-2020il che rende il mese il secondo giugno più caldo in questo record di dati. Tuttavia, è stato di 0,3°C più freddo del giugno più caldo, verificatosi nel 2019.

Le temperature medie degli ultimi dodici mesi sono state:

  • sopra la media sulla maggior parte delle aree terrestri e sulla maggior parte della superficie oceanica
  • nettamente al di sopra della media 1991-2020 in una regione che si estende dall’Arabia settentrionale alla Siberia occidentale, e oltre la Siberia settentrionale, l’America settentrionale centrale, l’Africa nord-occidentale e centrale, l’Antartide orientale e il Mare di Weddell
  • superiore alla media in gran parte dell’Europa
  • al di sotto della media su alcune aree terrestri, comprese parti del Canada settentrionale e dell’Alaska, il Sud America nord-orientale, l’Africa meridionale, l’Australia e l’Antartide
  • al di sotto della media nel Pacifico equatoriale orientale, dove l’evento La Niña che ha raggiunto il picco alla fine del 2020 si è reintensificato più tardi nel 2021 ed è continuato nel 2022
  • anche al di sotto della media sul mare di Chukchi, parti del Pacifico settentrionale orientale e diverse aree oceaniche nell’emisfero meridionale.

 

Leggi l’articolo completo in lingua originale su Copernicus EU

Temperatura dell’aria superficiale per giugno 2022
Torna su