I sottoscritti Galasso Angelo, Vincitorio Michele, La Piscopia Costantino, Della Torre Francesco e Vocino Matteo stipulano quanto segue:

1) essi dichiarano di costituire un’associazione di volontariato di Protezione Civile, apolitica, apartitica ed aconfessionale denominata A.V.E.R.S. (Associazione Volontari Emergenza Radio Sannicandro).

2) L’Associazione, senza fini di lucro, ha lo scopo di individuare e coordinare coloro che dimostrano particolare sensibilità ai problemi dell’emergenza, al fine di costituire un gruppo omogeneo atto ad operare ed a collaborare, se richiesti, anche con le autorità competenti, nelle attività di previsione, prevenzione ed organizzazione del soccorso nell’ambito della Protezione Civile…”

Inizia così l’atto costitutivo, registrato il 3 dicembre 1990, che sanciva ufficialmente la nascita dell’A.V.E.R.S., associazione di volontariato operante nel campo della Protezione Civile.

Dal quel dicembre del 1990, la nostra struttura si è sempre resa protagonista assoluta nella nostra città, presentando alla popolazione un nutrito gruppo di volontari capaci di rispondere fattivamente ad ogni scenario di emergenza.

La collaborazione e l’intesa con le varie amministrazioni comunali che si sono susseguite negli anni è sempre stata di fondamentale importanza per garantire un ottimo servizio di Protezione civile al nostro comune. Degne di nota sono state le convenzioni firmate con le amministrazioni Squeo (2010) e Ciavarella (2019) che hanno permesso alla nostra struttura di potersi potenziare e di formare adeguatamente i nostri operatori, ma ancor più fondamentale fu quando, nell’aprile 1997, l’allora sindaco, On. Nicandro Marinacci, con la collaborazione dell’Assessore alla Protezione Civile Prof. Giuseppe Ritoli, riuscirono a consegnare una sede sociale all’A.V.E.R.S. presso Galleria Vincenzo Verrino (Corso Umberto I), attuale sede del C.O.C. (centro operativo comunale della protezione civile).

Nella città di San Nicandro Garganico, l’A.V.E.R.S., non ha fatto mai mancare il suo supporto, infatti collaborando con le diverse realtà ha fatto sì che molte manifestazioni, eventi sportivi e culturali si potessero svolgere in totale sicurezza tra cui l’accoglienza dei bambini del Kossovo (1993), l’operazione “Beniamino” (1997), la missione “Arcobaleno” (1999), le fiere d’ottobre e le grandi feste patronali dell’era “Marinacci”.

Nel corso degli anni siamo stati chiamati ad intervenire anche nel portare soccorso ed assistenza alla popolazione colpite a seguito dei terremoti del Molise (2002), Abruzzo (2009) ed Albania (2019) e nei grandi eventi tra cui le esequie di Giovanni Paolo II (2005) e nelle tre visite di Papa Francesco in Puglia nel 2018.

Uno dei più grandi eventi organizzato da noi fu il nostro primo decennale, festeggiato nel gennaio del 2001, quando venne allestito una piccola tendopoli all’interno del cortile della scuola di P.zza IV novembre richiamando volontari da tutta la provincia. Squadre di volontari di protezione civile, croce rossa e della misericordia, insieme ad alcuni professionisti del mondo sanitario, parteciparono a diverse esercitazioni e simulazioni organizzate nella nostra città. Indimenticabile la partecipazione dell’allora capo del Dipartimento della Protezione Civile, Dott. Franco Barberi.

È passato molto tempo da quando le dotazioni e le attrezzature scarseggiavano o si arrangiavano, come per esempio il nostro primo modulo antincendio, costituito da una cisterna in zinco da 1.000 litri carrellata con un piccolo motopompa. Il tutto trainato da auto proprie dei volontari. La svolta avvenne nel 2008 con l’arrivo di una “vecchia” Fiat Campagnola di colore arancio. Successivamente, grazie ai finanziamenti dell’Unione Europea, del Dipartimento della Protezione Civile e della Regione Puglia si è potuti giungere all’arrivo di un modernissimo ed attrezzato pick-up modello Ford Ranger.

Attualmente questo è l’unico mezzo in nostro possesso, ma gli obiettivi dell’attuale Consiglio Direttivo, guidato dal Presidente Scarabino, sono quelli di allargare il parco auto con la dotazione di una Fiat Panda 4×4 ed un nuovo automezzo antincendio.

Purtroppo l’attuale emergenza epidemiologica non ci permette di celebrare al meglio questo importante traguardo per la nostra associazione. Infatti le nostre attività, oggi, si concentrano principalmente sull’assistenza alla popolazione e sul contrasto dell’emergenza Covid-19 nella nostra città, senza tralasciare gli incendi boschivi e gli interventi in caso di calamità naturale.

Tutto questo viene svolto con lo stesso spirito che ci muove dal 1990 e che, dopo trent’anni, è rimasto immutato e fedele a quei valori di sussistenza, resilienza e caparbietà nel voler aiutare il prossimo, indistintamente dalla appartenenza politica, culturale, religiosa ed etnica dei cittadini.

Noi siamo la Protezione Civile, di tutti, con tutti.